mercoledì 23 agosto 2017

Certificare la Qualità con la Iso 9001:2015 per aumentare l'efficienza

Uno dei principali obiettivi di manager e dirigenti di azienda è quello di avere un'organizzazione efficiente sotto ogni punto di vista. Efficienza in termini di riduzione degli sprechi ed ottimizzazione delle risorse disponibili, pronta a tradursi in maggiore competitività e redditività. Un minor spreco di risorse equivale a risparmiare tempo e denaro. Condizione necessaria (ma non sufficiente) per ottenere efficienza è l'implementazione del Sistema di gestione della Qualità.
Il Sistema della Qualità deve essere poi certificato in conformità della norma ISO 9001:2015 che lo istruisce a livello internazionale. Da precisare comunque che non esistono sistemi Qualità non certificati, in quanto la certificazione è parte integrante dell'implementazione stessa.

Ma in questa sede è opportuno rilevare come un siffatto sistema gestionale è in grado di portare efficienza in ogni reparto, e come tale efficienza si traduca in ultima analisi in una maggiore soddisfazione di tutti coloro che entrano in contatto con l'organizzazione.

Si deve partire dalla definizione del sistema Qualità (SGQ), una definizione che negli ultimi anni è stata erroneamente riconosciuta come la seguente: "La Qualità è l’insieme delle caratteristiche del prodotto/servizio che conferiscono ad esso la capacità di soddisfare esigenze espresse o implicite del Cliente". Definizione alquanto limitativa che non fornisce adeguati chiarimenti circa la natra di un SGQ. Questo perchè per addivenire alla soddisfazione ultima del cliente, che resta obiettivo finale, si deve passare per tutta una serie di azioni che modificano in positivo l'azienda stessa e i suoi cicli di lavoro.

Applicare alle fasi di produzione le norme e le prescrizioni stabilite dallo Standard ISO 9000 comporta infatti un netto miglioramento della produttività. A sua volta la produttività implica che l'azienda produce la stessa quantità di prodotti/servizi con tempi più ridotti e con un minore impatto degli sprechi. Insomma si ottimizzano le risorse e si risparmia tempo e denaro.

Nell'ambito dell'economia aziendale una maggiore produttività si traduce in finanze più stabili e nella possibilità di avere costi e quindi prezzi finali più bassi e competitivi. E' evidente che implementare in azienda il Sistema di gestione della Qualità si traduca in nel binomio efficienza-redditività. Insomma la definizione sopra esposta appare del tutto limitativa e fuori luogo, perchè il Sistema Qualità comporta una serie di benefici che vanno ben aldilà della mera soddisfazione del cliente.

A tale proposito risulta interessante valutare anche altri elementi di arricchimento aziendale come la credibilità e affidabilità ben menzionate e trattate in questo post di cui ne consigliamo l'approfondimento. Insomma la definizione corretta o quanto meno più appropriata potrebbe essere quella proposta di seguito:

Il Sitema di gestione della Qualità è dato dall'insieme di regole e azioni mirate alla soddisfazione del cliente , in grado di produrre efficienza e redditività in azienda.

Come si vede è il binomio efficienza-redditività che se vogliamo si realizza quale "effetto collaterale" visto che l'obiettivo primario resta sempre la soddisfazione dei clienti, ma di certo è questo quello che interessa all'imprenditore o al titolare di un'azienda, perchè trasforma i costi vivi di una certificazione iso 9001 in un investimento sostenuto e programmato. Investimento i cui frutti si colgono nel tempo. Possaimo affermare che per raggiungere la soddisfazione del cliente si ottiene in prima battuta l'efficienza e la redditività d'impresa. Un bel colpo per l'intera economia aziendale!

Certificazione di Qualità Iso 9001:2015
http://www.9001iso.it

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.